Brownies

Questo dolce tipico americano ormai lo faccio ad occhi chiusi. La prima volta che l'ho assaggiato è stato ad uno showcooking di Sonia Peronaci, e da allora me ne sono innamorata. Ho fatto qualche variante, ma questo dolce è una favola. A volte lo do come merenda a mio figlio ed ormai i suoi compagni barattano una fetta di brownies. Ogni volta è un successo. L'ho provato aggiungendo anche mirtilli americani essicati, con mandorle, con salsa ai frutti rossi, con il caramello salto...insomma con la fantasia si può osare. Ma eccovi il procedimento. 

 

 

 

Ingredienti

70 gr nocciole intere spellate o granella di nocciole

200 gr di cioccolato fondente

175 gr di burro

2 uova medie

200 gr di zucchero di canna

100 gr di farina semintegrale (o farina 00 in alternativa)

5 gr di lievito chimico in polvere

20 gr di cacao amaro in polvere

2 gr di sale

 

Se volete c'è anche la videoricetta fatta con i bambini

 

 

 

Tostate le nocciole per 10 minuti in forno statico preriscaldato a 180 gradi. 

Mettete in microonde il cioccolato fondente e il burro mescolando di tanto in tanto di modo che si sciolga.

In una ciotola sbattete le uova, aggiungere a filo il cioccolato fuso con il burro e continuare a lavorarlo. Incorporare lo zucchero. A parte mescolare insieme la farina e il lievito setacciati ed infine lo zucchero. Unire il composto di farina al composto liquido di cioccolato, burro, uova e zucchero. Continuate a mescolare di modo che si ottenga un composto liscio e senza grumi. Aggiungete le nocciole e il sale. 

 

 

 

Versare in una teglia foderata di carta forno. Cuocete in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti. Una volta pronto lasciate che si raffreddi una quarantina di minuti prima di tagliare a cubetti.

 

Si può accompagnare con una salsa ai frutti rossi fatta usando una confezione di frutti rossi congelati messi in un pentolino con 4 cucchiai di zucchero di canna. Portate ad ebollizione. Lasciate raffreddare. Frullate con un mixer ad immersione e se volete filtrate il tutto per evitare di sentire i semini sotto i denti.

Please reload

Post in evidenza

Team building di cucina

1/10
Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now